FG Wilson sempre in palla all'Aviva Stadium di Dublino

Sono sempre di più i gestori di complessi sportivi e stadi che si rivolgono a FG Wilson (Engineering) Ltd, leader mondiale nella produzione di gruppi elettrogeni diesel e a gas, per assicurare che i loro eventi sportivi musicali si svolgano in maniera impeccabile.

L'Aviva Stadium di Dublino, che ha sostituito il vecchio Lansdowne Road, è un impianto di alto livello che ospita partite di rugby e calcio, concerti e convention. Qui tutto - dai tabelloni, all'illuminazione ai sistemi di riscaldamento del prato - è alimentato da generatori FG Wilson con potenza nominale di 6,8 MVA. FG Wilson ha fornito i suoi prodotti e ne gestisce la manutenzione ordinaria con contratti continuativi anche in altri stadi, come Croke Park, Casement Park e Thomond Park.

Il vecchio Lansdowne Road era il più antico stadio d'Europa, ma, in seguito a un piano di ristrutturazione completa avviato nel 2007, nell'agosto del 2010 è stato inaugurato il nuovo Aviva Stadium con 50.000 posti a sedere.

FG Wilson, invitato a partecipare alla gara per la fornitura degli impianti di alimentazione dall'impresa appaltatrice principale Kentz, si è aggiudicata l'appalto grazie alla sua competenza tecnica e dimostrando di essere in grado di fornire una soluzione personalizzata perfettamente in linea con il design della struttura finita. FG Wilson è stata coinvolta sin dalle prime fasi del progetto di ristrutturazione completa dello stadio.

La nostra azienda ha subito calcolato che per fornire l'alimentazione necessaria alla struttura, sarebbero stati necessari quattro gruppi elettrogeni da 1.700 kVA. I generatori sono stati nascosti in uno spazio molto ridotto posto sotto i sedili degli spettatori (al livello 7), lasciando intatta l'estetica dello stadio ed evitando di dover creare una struttura apposita esterna, come spesso avviene. Tutte le unità di trattamento aria e di scarico, gli impianti di raffreddamento e il quadro di comando sono stati anch'essi nascosti sotto i costosi sedili dello stadio. I componenti della tubazione gas di scarico, progettati in collaborazione con l'architetto responsabile del progetto, sono stati integrati nelle lamelle in policarbonato della struttura di copertura dello stadio, evitando sporgenze e l'esposizione all'acqua piovana. L'impianto di scarico è dotato di un sistema di drenaggio autonomo che permette di eliminare l'acqua piovana.

Durante le manifestazioni organizzate nello stadio, i gruppi elettrogeni funzionano in parallelo all'alimentazione principale fornita dall'Electricity Supply Board (ESB), sia per sopperire a parte del fabbisogno energetico dello stadio che per garantire la potenza di emergenza in caso di interruzione dell'alimentazione di rete.

Per fornire una soluzione in linea con questa filosofia di controllo, FG Wilson ha progettato un sistema di controllo completamente integrato, basata sulla piattaforma di PLC Hot Standby Allen Bradley. Questa soluzione ha permesso di ottenere un alto livello di ridondanza dei sistemi, aumentando la sicurezza operativa generale dello stadio.

La tempistica di installazione dei gruppi elettrogeni era critica, poiché questi ultimi dovevano trovarsi in loco prima che venisse fissata la struttura dei sedili sopra di essi. Eventuali ritardi nell'installazione avrebbero avuto ripercussioni su tutta la tempistica di realizzazione della struttura delle aree destinate al pubblico. Questa parte del progetto è stata completata in modo puntuale, permettendo così di portare avanti con efficienza anche le fasi successive di edificazione dello stadio.

Un'altra problematica che ha dovuto risolvere FG Wilson era il rumore. L'Aviva Stadium è circondato da abitazioni, pertanto la soluzione di alimentazione fornita doveva garantire livelli di rumorosità estremamente bassi. Il target previsto era di 53 dBA a 1 m, un valore basso per questo tipo di installazione, tuttavia lo stadio si trova in un'area residenziale molto ambita, pertanto il contenimento del rumore era fondamentale per il successo generale del progetto.

Per assicurare livelli di rumorosità corretti, i generatori sono stati installati su supporti antivibranti costituiti da molle, che, isolando efficacemente i generatori, impediscono la propagazione delle vibrazioni alla struttura dello stadio quando l'alimentazione è attiva.

Un altro vantaggio della soluzione di FG Wilson è il fatto che tutti i fornitori esterni operanti in loco, dai furgoni dei panini, ai venditori di merchandising, alle squadre delle società organizzatrici degli eventi, possono utilizzare l'alimentazione dello stadio, senza doversi portare i loro generatori. In passato, questo non era possibile. La capacità dei generatori FG Wilson è pari a 5,44 MW, mentre in condizioni di picco l'Aviva Stadium utilizza in media 3,5 MW. I generatori sono dotati di un serbatoio del combustibile in grado di garantire un'operatività continua, 24 ore su 24. Il combustibile proviene da una cisterna di stoccaggio di grandi dimensioni, che offre un'autonomia di più giorni con un funzionamento al 100% del carico.

La soluzione di alimentazione fornita da FG Wilson è anche vantaggiosa dal punto di vista dell'ambiente, in quanto comprende un sistema di recupero del calore: le guaine che circondano motori, infatti, permettono di recuperare 750 kW di calore da ogni macchina, che viene quindi utilizzato per riscaldare il prato o per altre forme di riscaldamento nello stadio.

Il piano di installazione, articolato in 11 mesi dalla fase di presentazione dell'offerta al completamento, è stato portato a termine nel rispetto delle tempistiche e del budget, prima della partita inaugurale dell'agosto 2010. Da allora, nello stadio sono state organizzate centinaia di manifestazioni, tra partite di football e rugby ed eventi vari, ivi compreso un concerto di Madonna che ha registrato il tutto esaurito.

David Blennerhassett, responsabile del concessionario FG Wilson a Dublino, ha così commentato: "Questo progetto era davvero impegnativo e presentava numerose problematiche dal punto di vista della rumorosità, della gestione degli spazi e della progettazione. Tuttavia, avendo la possibilità di partecipare al progetto sin dalle prime fasi e collaborando con M & E Consultants durante tutta la procedura di gara, siamo stati in grado di fornire una soluzione di alimentazione di qualità, affidabile e competitiva, che ha dimostrato di superare tutte le aspettative iniziali. Abbiamo ricevuto tantissimi commenti utili sin dalle fasi iniziali, il che è stato fondamentale nel determinare la soluzione finale.

"L'Aviva Stadium è un progetto che ci ha dato grandi soddisfazioni e di cui andiamo molto fieri. In base al programma di manutenzione in corso, dobbiamo sempre garantire la presenza di un nostro responsabile in loco, ogni volta che viene organizzato un evento."