FG Wilson finanzia un'importante ricerca

La donazione per lo studio dello squalo tigre ha dato ottimi risultati

Un importante passo avanti nella gestione intergiurisdizionale dei movimenti dello squalo tigre nella grande regione del Pacifico sud-occidentale è stato possibile grazie alla ricerca finanziata da FG Wilson.

FG Wilson, costruttore leader a livello globale di gruppi elettrogeni diesel e a gas, nel 2009 ha donato 5000 dollari all'università del Queensland per il programma di ricerca "South East Queensland Tiger Shark".

Questa ricerca, la prima del suo genere nel Pacifico indo-occidentale, rientrava nell'ambito di un dottorato di ricerca di una studentessa che analizzava i movimenti degli squali tigre (Galeocerdo cuvier) nella regione, con particolare attenzione ai fattori biologici ed ecologici che possono incidere sulle loro migrazioni.

Trattandosi di una specie "Near Threatened" sulla lista rossa IUCN ed essendo potenzialmente pericolosa per l'uomo, questo studio mirava a reperire informazioni critiche sui movimenti degli squali tigre per favorire la gestione sostenibile della specie e scoprire i punti in cui vi erano maggiori probabilità di incontro uomo-squalo.

Per monitorarne i movimenti, alcuni grandi squali sono stati catturati, dotati di marcatori satellitari e poi liberati. Successivamente, i dati raccolti dai marcatori sui movimenti locali e migratori e sui valori di profondità e temperatura sono stati trasmessi, attraverso il sistema satellitare ARGOS, al team di ricerca.

Il finanziamento di FG Wilson è stato utilizzato per la marcatura di uno squalo tigre sulla costa orientale dell'Australia. Il 25 settembre 2010, a una femmina di oltre 3 metri è stato applicato un marcatore in grado di archiviare informazioni (PAT) nelle acque antistanti Noosa, nel Queensland. Questo esemplare di squalo è stato chiamato "Gennie" in onore dei generatori di FG Wilson.

Come spiega Bonnie Holmes - la dottoranda dell'università del Queensland responsabile dello studio - Gennie ha svolto un ruolo importante per il successo del programma e il reperimento di informazioni significative.

"Il marcatore di Gennie è emerso prematuramente nove giorni più tardi, a oltre 250 chilometri di distanza e ben lontano dalla piattaforma continentale. I dati registrati sul PAT hanno rivelato che la prematura emersione del marcatore era avvenuta perché Gennie aveva raggiunto una profondità di circa 1.980 metri. I marcatori, infatti, sono programmati per staccarsi e riemergere quando la pressione dell'acqua raggiunge livelli che possono causarne l'implosione.

"Anche se non potevo sapere se effettivamente lo squalo era arrivato a quelle profondità o era morto, le informazioni che ci ha fornito sono state preziose. Ha percorso una distanza totale di 258 km, muovendosi di circa 32 km al giorno a una velocità di 3 km all'ora. La profondità massima durante il nuoto attivo era di 156 metri in acqua relativamente calda, mai sotto i 20,6 °C.

"Fortunatamente la storia di Gennie non è finita qui - alcuni colleghi che lavorano in Nuova Caledonia hanno riconosciuto le particolari tacche della sua pinna dorsale dalle fotografie scattate durante l'operazione di marcatura a Noosa. Sembra che Gennie sia stata avvistata due volte, prima nel 2002 e poi nel 2008 in Nuova Caledonia, e ciò significa che ha compiuto un viaggio di 2.000 km attraverso il Mar dei Coralli verso le acque australiane.

"Questo doppio avvistamento è stato uno dei primi casi confermati di movimento della popolazione degli squali tigre attraverso il Pacifico sud-occidentale ed ha grandi implicazioni per la futura gestione intergiurisdizionale delle attività di pesca e per il lavoro sulla struttura genetica della popolazione che sto conducendo nell'ambito della mia ricerca. Tutto questo è stato possibile grazie alla generosa donazione da parte di F.G. Wilson."

Steve Morcom di FG Wilson ha commentato:

"FG Wilson è altamente consapevole della propria responsabilità sociale ed ha implementato un piano globale attraverso cui diamo il nostro contributo a tutte le comunità in cui operiamo, in tutto il mondo.

"Questo progetto di ricerca sullo squalo tigre si è rivelato fondamentale in quanto ha fornito dati di importanza vitale per l'ecologia e la biologia della popolazione di squali tigre nel Queensland sud-orientale. Siamo lieti che il progetto abbia avuto successo e facciamo i nostri migliori auguri a Bonnie e al suo team per la loro futura attività".